FAVOLE DI LA FONTAINE

Divertente drammatizzazione in verso di sette favole di Jean de La Fontaine, con attori, pupazzi di manipolazione interna con bocca mobile, burattini a stecca e marionette a filo.

Sinossi

Con l'aiuto di due attrezzisti del teatro, La Fontaine vuole presentare e spiegare queste favole. Così gli attrezzisti li rappresenteranno con burattini facendo quello che questo ha detto loro prima. Ma, ora per aiutare un personaggio, ora perché non gli piace un finale, essi dovranno intervenire per conto suo più di una volta. In questo modo il messaggio d'ogni favola è rinforzato e si lavora più estensivamente.

IL CORVO E LA VOLPE: Il corvo, nella rama di un albero, porta un pezzo di formaggio nel becco. La volpe lo annusa e glielo vuol togliere. Così comincia a lodare esageratamente il corvo, per fargli aprire il becco. Alla fine, il corvo, vanitoso, non ce la fa più e il formaggio cade ai piedi della volpe che lo porta via all’istante.
CORVO: "Col furbo devi fare attenzione diffida di tanta adulazione, perché se apri il becco, di fame ti lascia secco!"

IL LUPO E IL CANE: Un mastino lucente si trova un lupo affamato lungo la strada. Il cane si vanta di come lo trattano bene i loro padroni e invita il lupo ad andare da loro per non fare più la fame. Accetta, ma vedendo i segni del collare con che lo legano, preferisce la sua vita selvaggia.
MASTINO: "Aspettami fammi il favore, che chi ha libertà, è ricco e non lo sa!"

LA VOLPE E IL BECCO: Una volpe e un becco assetati scendono a bere in un pozzetto. Al terminare si rendono conto che non possono salire. La volpe convince il becco ad aiutarla a uscire perché poi lei lo aiuterebbe. Il becco lo fa, ma quando la volpe è fuori, se ne va senza soccorrerlo.
BECCO: "Bee, bee… bee, bee… In tutte le cause è sempre uguale, si deve considerare prima il finale."

IL GALLO E LA VOLPE: Un vecchio gallo fuggendo da una volpe sale su un albero. Questa, per farlo scendere li dice che hanno firmato la pace, che scenda, che solo vuole abbraccialo. Il gallo li fa il gioco e li dice che vede venire di corsa due cani di caccia sicuramente per dare questo annuncio. La volpe fugge allora a gambe levate.
GALLO: "Chi chi ri chi! Rido del mio timore, perché è doppio piacere ingannare l'ingannatore. Chi chi ri chi!"

LA VOLPE E LA CICOGNA: La volpe invita la cicogna a mangiare, servendoli del brodo in un piatto largo in modo che essa non può sorbire niente col suo becco. La cicogna, spiaciuta, la invita a pranzo da lei un altro giorno e allora la serve il cibo e in un vaso lungo e stretto, e cosi, ora è la volpe chi digiuna.
CICOGNA: "Spero serva la lezione alla Volpe e a tutti: Chi la fa l'aspetti. E ride bene chi ride ultimo. Ha, ha, ha…"

LA VOLPE E L'UVA: Una volpe morta di sete e calore vuole mangiare delle uve deliziose che sono in alto. Salta infruttuosamente. Quando smette, si conforta vedendo ora le uve verdi.
VOLPE: "Bah! Acerbe! Sono ancora amaranti. Saranno solo buone più avanti! Bah...!"

LA CICALA E LA FORMICA: Una cicala canta e balla per tutto l'estate, mentre la formica raccoglie cibo. Arrivato il freddo, la cicala chiede ausilio alla formica che si rifiuta assolutamente.
FORMICA: "Adesso balla sul gelato fogliame, cosi ti passeranno freddo e fame!"
Fortunatamente La Fontaine si occuperà della cicala.
LA FONTAINE: "Chi tiene arte va a ogni parte. Non vi angosciate, se dicono che l’estate è la madre dei poveri, che io assumo i ricoveri. Perciò darò alla Cicala di mangiar. E fino al bel tempo vi dico: Au-revoir!"

SCHEDA ARTISTICA

Autore, regia, disegno e costruzione: Carles Cañellas
Aiutante: Susanna Rodríguez
Attori - Burattinai: Carles Cañellas e Susanna Rodríguez


SCHEDA TECNICA

Spettacolo di formato medio per due attori e dieci burattini. Per tutti i pubblici, con versioni per scuole e biblioteche. Interiore.

DURATA: rappresentazione: 50min / montaggio: 2 ore / smontaggio: 1 ora
PUBBLICO: dai 2 anni in su / capacità massima consigliata 300 persone
SPAZIO SCENICO: con più di 150 spettatori, sarà necessario un palcoscenico di circa 80cm d'altezza
misure minime: largo: 4m / fondo: 4m / altezza: 3m
SUONO: impianto di 500w di potenza o connessione al P.A. dello spazio in scena
ILLUMINAZIONE: secondo lo spazio
CORRENTE: presa vicino a palcoscenico / potenza 2,5Kw/h + illuminazione


VERSIONE BIBLIOTECHE E SIMILARI

DURATA: rappresentazione: 40min / montaggio: 1:30 ore / smontaggio: 1 ora
PUBBLICO: dai 2 anni in su / capacità massima consigliata 300 persone
SPAZIO SCENICO: si può fare senza palcoscenico
misure minime: largo: 3m / fondo: 3m / altezza: 2m
SUONO: in biblioteche non si sonorizza
ILLUMINAZIONE: secondo lo spazio
CORRENTE: presa vicino a palcoscenico / potenza 1Kw/h + illuminazione (se necessario)

MONSIEUR LA FONTAINE

IL CORVO E LA VOLPE

IL CORVO E LA VOLPE

LA VOLPE E IL BECCO

LA VOLPE E LA CICOGNA

LA VOLPE E LA CICOGNA

LA CICALA E LA FORMICA

LA CICALA E LA FORMICA

LA CICALA E LA FORMICA

LA CICALA E LA FORMICA

Informazioni complementari e download

CRITICHE, VIDEO E FESTIVAL DOWNLOAD FOTOGRAFIE DOWNLOAD DOSSIER, RIDER

Rocamora Teatre su Internet

rocamora teatre on Facebook rocamora teatre on Twitter rocamora teatre on g+ rocamora teatre on YouTube rocamora teatre on Linkedin rocamora teatre on Pinterest

Condividi questa pagina